I migliori idropulsori si caratterizzano per ergonomia e potenza. Quest’ultima incide anche sulla rapidità del trattamento che può essere portato a termine in pochi secondi lasciando in bocca una piacevole sensazione di freschezza e pulito. Gli idropulsori sono disponibili in un’ampia gamma di modelli progettati per soddisfare la domanda mirata di una clientela sempre più esigente e selettiva. Al classico idropulsore ad uso domestico, da collocare come apparecchio fisso vicino allo specchio del bagno, esistono micro apparecchi portatili dalla forma compatta, perfetti come modelli da viaggio. Ma in cosa consiste, più in dettaglio, l’utilità dell’idropulsore e perché conviene acquistarlo? Non basta lo spazzolino? L’idropulsore, noto anche come doccia dentale, ha una marcia in più rispetto a tutti gli altri sistemi di pulizia dentale e igiene orale.

Questo perché quando ci si lava i denti non sempre si riesce a raggiungere le aree più difficili della dentatura con il solo uso dello spazzolino. Ciò porta a pulire adeguatamente solo la parte visibile dei denti senza garantire una pulizia di tutto l’arco dentale, di qui l’opportunità di integrare l’operazione con l’uso del filo interdentale, ma con l’idropulsore è tutto molto più semplice e ben fatto, tantopiù che esistono anche idropulsori con spazzolino elettrico incorporato con i quali si può ottenere il meglio sul piano dell’azione igienizzante di denti e bocca. A volte si possono presentare problemi con il filo interdentale, molti lo trovano scomodo da usare e non sempre consigliato non tanto per l’efficacia collaudata, in quanto ripulisce gli interstizi fra dente e dente, ma per il fatto che in alcuni soggetti che soffrono di gengiviti o altre infezioni del cavo orale può risultare troppo aggressivo.

Se, infatti, non viene usato con la massima delicatezza può pregiudicare la salute delle gengive fino a farle sanguinare. Senza contare i soggetti (tanti!) che montano ponti, protesi o altri apparecchi ortodontici che potrebbero trovare difficoltà nell’uso del filo interdentale. È a questo punto che subentra l’idropulsore, un apparecchio non invasivo e senza controindicazioni d’uso, che può essere usato da tutti indistintamente, anche da chi soffre di patologie dentali o gengivali, oltre ad offrire il vantaggio di un’efficacia e sicurezza maggiori nel conseguimento di una perfetta igiene orale.